registrati farmacie promozioni consigli servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Bruciore di stomaco e cattiva digestione

A tutti può capitare di soffrire di bruciore allo stomaco, basta poco: esagerare a tavola, mangiare troppo o male o bere più del dovuto. Anche lo stress gioca un ruolo importante nell’amplificare il disagio, infatti, si manifesta in molte persone che conducono un ritmo di vita particolarmente sfiancante. Anche il fumo, l’uso di farmaci gastrolesivi, come gli antinfiammatori o la gravidanza possono contribuire a sviluppare questa sintomatologia. Per gli anglosassoni è heartburn, cioè cuore che brucia. In effetti la sensazione della pirosi è proprio questa. Una dolorosa percezione di fastidio retrosternale che, comunemente, noi definiamo bruciore di stomaco, ma che, scientificamente parlando, può essere la conseguenza di condizioni patologiche ben precise.

Tra queste, il reflusso gastroesofageo, che rappresenta una condizione estremamente frequente, soprattutto nei paesi industrializzati, con intensità tale da alterare la qualità della vita. Infatti, abitudini alimentari e stili di vita scorretti (come pasti troppo abbondanti e ad alto contenuto di grassi, sedentarietà e obesità) possono favorire la comparsa dei sintomi tipici del reflusso gastroesofageo, come la pirosi o anche il rigurgito, ovvero la risalita spontanea del contenuto gastrico in esofago.

Una stima ha rivelato che i farmaci antiinfiammatori sono responsabili del 20% dei casi di bruciore allo stomaco.

Il bruciore di stomaco induce una cattiva digestione, poiché in entrambi i casi si hanno disturbi a carico dello stomaco correlati alla secrezione dei succhi gastrici. Il bruciore di stomaco è una condizione caratterizzata da una sensazione di bruciore che può essere di lieve o maggiore entità. L’area interessata dal bruciore dello stomaco si trova all’altezza del torace. Talvolta si avverte anche un sapore amaro o acido in gola. In caso di cattiva digestione, invece, si può avvertire dolore al torace o nella parte superiore dello stomaco. In molti casi, a ciò si accompagna una spiacevole sensazione di gonfiore o pienezza con tendenza alla flatulenza.

Possono subentrare anche nausea o vomito e una perdita di appetito. Sia il bruciore di stomaco sia la cattiva digestione tendono ad avere cause scatenanti simili.

Abitudini alimentari, cibi e bevande possono concorrere alla comparsa di questi disagi:

  • Consumare pasti particolarmente abbondanti può provocare bruciore di stomaco e/o indigestione perché l'eccessivo riempimento dello stomaco può comportare una maggiore secrezione di acido gastrico e/o un aumento della pressione sullo sfintere esofageo inferiore, favorendo così la risalita del contenuto dello stomaco nell'esofago.
  • Mangiare di fretta o subito prima di andare a letto può facilitare la risalita dei contenuti acidi nell'esofago.
  • Alimenti grassi tendono a rimanere nello stomaco più a lungo in quanto sono più lenti da digerire.
  • Alimenti come il cioccolato e la menta possono avere un effetto rilassante sullo sfintere esofageo inferiore, favorendo la risalita del contenuto dello stomaco.
  • Alimenti piccanti, cipolle e prodotti a base di pomodoro possono esercitare un effetto irritante.
  • Bevande contenenti caffeina e alcol tendono ad aumentare l'acidità dello stomaco.
  • Bevande molto calde e i succhi a base di agrumi possono esercitare un effetto irritante.

Condividi


Ti può interessare anche...

Disbiosi intestinale: molto comune ma poco considerata

L’intestino è un organo caratterizzato da complesse funzionalità: digestione, assorbimento, produzione anticorpi.

Alimentazione

Cura dei sintomi da gastrite e reflusso gastro-esofageo

Alcuni piccoli accorgimenti che si possono adottare per alleviare i fastidi di questa patologia.

Alimentazione

Il bruciore di stomaco in gravidanza

Un malessere diffuso di cui soffre il 40% delle donne in gravidanza.

Benessere

L'ipernutrizione: quando il peso diventa un problema di salute

Sovrappeso e obesità non sono solo problemi estetici, ma soprattutto di salute, e influenzano non solo la qualità della vita, ma anche l’aspettativa di vita.

Alimentazione

Alimentazione e peso

La prevenzione comincia a tavola!

Benessere

Ogni età della vita ha delle necessità nutrizionali specifiche.

La salute si costruisce nell’infanzia

Alimentazione

Non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita!

Un'alimentazione corretta e uno stile di vita equilibrato sono il punto di partenza per mantenersi in buona salute.

Alimentazione

Uso razionale e sicurezza degli integratori

Gli integratori alimentari sono prodotti che si trovano in commercio sotto forma di capsule, compresse, fialoidi e simili

Alimentazione

L'impatto dell'alimentazione sull'apparato gastrointestinale

Anche se siamo magri, belli ed in forma, è importante sempre mantenere una corretta alimentazione, dato che le varie tipologie di alimenti hanno un impatto notevole sull’intestino.

Alimentazione

La Salute si mantiene nella Terza età

Il problema spesso sottostimato della malnutrizione degli anziani e delle patologie ad essa associate è piuttosto rilevante

Alimentazione

La Salute si consolida nell'età adulta

La maggior parte delle persone sviluppa insulino-resistenza a causa di una vita caratterizzata dall'accumulo di scelte sbagliate

Alimentazione

Intolleranze alimentari

Molto più comuni delle allergie, non ci sono statistiche precise riguardo la percentuale del numero delle persone che ne vengono colpite.

Alimentazione

L'infiammazione: primo nemico di sovrappeso e patologie cardiovascolari

L'eccesso di grasso corporeo accumulato, fa sì che si instauri un processo di infiammazione cronica e silente

Alimentazione

Gli Omega3 presenti nel nostro organismo

I più studiati sono l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA)

Alimentazione

L’ipertensione è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari

E' caratterizzata da un aumento stabile della pressione arteriosa nella circolazione sistemica oltre un valore soglia.

Alimentazione

I danni a carico del sistema cardiovascolare

L’ischemia prolungata nel tempo può causare la morte di una parte dell’organo (infarto).

Alimentazione

Il ruolo dello stress

Cosa rappresenta il cibo per noi?

Alimentazione

L'impatto di un eccesso di alimentazione

Le stime ci dicono che in Italia, il 25-30% della popolazione presenta un certo grado di insulino resistenza.

Alimentazione

Come quantificare e monitorare il proprio peso

La premessa da fare è che noi siamo abituati a misurare il nostro peso, ma questo è sufficiente?

Alimentazione

La Salute si costruisce nell'infanzia

La Salute si costruisce nell'infanzia

Alimentazione


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE