registrati farmacie promozioni consigli prodotti servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Cura dei sintomi da gastrite e reflusso gastro-esofageo

Per tentare di arginare il fenomeno e soprattutto il disagio ci sono alcuni piccoli accorgimenti che si possono adottare. Ad esempio, conviene assumere pasti molto piccoli, spezzettando il ritmo dell’assunzione di cibo in modo da non lasciare mai lo stomaco troppo vuoto. In pratica l’acidità dipende dal reflusso che risale dallo stomaco, ma se nello stomaco c’è sempre qualcosa su cui concentrarsi, la risalita degli acidi non si presenta o incide meno. Si possono mangiare mandorle, frutta secca, anche dei crackers di segale.

I crackers vanno benissimo perché fanno da spugna, quindi assorbono questi liquidi. L’importante è che non siano grassi ma contengano semi o farina di segale, in modo da evitare l’aumento di peso.  Altra buona norma è quella di evitare i cibi che provocano acidità. In generale è preferibile evitare: peperoni, pomodori, melanzane, la pasta al pomodoro, il cioccolato o il caffè che sono acidi. Aglio e cipolla vanno ridotti, come anche i succhi di frutta confezionati, che sono molto dolci e possono aggravare l’acidità.

La cura dei sintomi da gastrite e da reflusso gastro-esofageo

Per contrastare tali sintomi fastidiosi sia le donne in gravidanza sia gli altri pazienti che ne soffrono possono ricorrere a rimedi in grado di bloccare fisicamente il reflusso, come le formulazioni contenenti alginato. L’acido alginico è il polimero estratto dalle pareti di alcuni tipi di alghe e gelifica a contatto con l’acqua: è in grado di assorbire una quantità di acqua pari a 200 volte il suo peso. Per fare in modo che l’azione di barriera del sodio alginato sia veramente efficace, l’alginato gelificato deve posizionarsi sopra il contenuto dello stomaco a formare una sorta di zattera galleggiante.

In particolare, l’azione benefica è garantita dalla presenza nella formulazione di alginato di sodio in associazione ad antiacidi come sodio/potassio bicarbonato e calcio carbonato. Una volta ingerite, queste tipologie di formulazioni entrano a contatto diretto con gli acidi presenti nel succo gastrico e creano una barriera fisica che galleggia sopra il contenuto gastrico impendendone efficacemente la risalita in esofago. Il vantaggio di queste formulazioni, oltre a quello di fornire un rapido e duraturo sollievo dai sintomi da reflusso gastroesofageo, è quello di non essere assorbite a livello sistemico. Per questo motivo, tali formulazioni possono essere assunte anche da pazienti delicati come la donna in gravidanza.

La modalità di somministrazione dell’alginato è fondamentale per ottenere l’effetto barriera. Perché l’alginato sia effettivamente efficace deve essere somministrato dopo i pasti. Se viene somministrato a stomaco vuoto, l’alginato si concentra alla base della grande curvatura dello stomaco, verso la parte bassa dello stomaco e in circa 20 minuti viene eliminata la metà di alginato somministrata. Inoltre, è risultato più efficace quando somministrato (formulazione liquida) in posizione eretta rispetto alla posizione supina (coricati sulla schiena) Questo spiega la maggior efficacia dell’alginato nel trattamento del reflusso gastroesofageo nelle ore diurne.

Il farmaco è risultato comunque efficace nel trattamento del reflusso anche quando somministrato in posizione supina e posizione sdraiata sul fianco destro, situazioni che facilitano il reflusso gastroesofageo.

Le buone abitudini valide per tutti

Le accortezze che sicuramente possono migliorare i sintomi:

  • dormire con il busto sollevato di almeno 20 cm, elevare la testata del letto
  • evitare di coricarsi immediatamente dopo i pasti, ma attendere almeno un paio d’ore, quindi addio al riposino pomeridiano subito dopo pranzo
  • a cena evitare pasti abbondanti
  • dormire un numero adeguato di ore, almeno 7/8 a notte
  • evitare cibi che aumentano l’acidità
  • evitare caffè, cioccolato, alimenti dolci e bevande gassate
  • evitare il fumo
  • evitare gli alcolici
  • evitare farmaci antinfiammatori
  • se si è in sovrappeso perdere peso
  • praticare regolarmente un’attività sportiva commisurata alle proprie capacità e condizioni fisiche
  • evitare situazioni che generano stress

Chiedere consiglio al Farmacista di fiducia sul prodotto più adatto alle proprie esigenze, leggere attentamente il foglietto illustrativo e se i sintomi persistono consultare il Medico.

Condividi


Ti può interessare anche...

Disbiosi intestinale: molto comune ma poco considerata

L’intestino è un organo caratterizzato da complesse funzionalità: digestione, assorbimento, produzione anticorpi.

Alimentazione

Il bruciore di stomaco in gravidanza

Un malessere diffuso di cui soffre il 40% delle donne in gravidanza.

Benessere

Bruciore di stomaco e cattiva digestione

Due condizioni strettamente connesse, entrambe correlate alla secrezione dei succhi gastrici.

Alimentazione

L'ipernutrizione: quando il peso diventa un problema di salute

Sovrappeso e obesità non sono solo problemi estetici, ma soprattutto di salute, e influenzano non solo la qualità della vita, ma anche l’aspettativa di vita.

Alimentazione

Alimentazione e peso

La prevenzione comincia a tavola!

Benessere

Ogni età della vita ha delle necessità nutrizionali specifiche.

La salute si costruisce nell’infanzia

Alimentazione

Non è mai troppo tardi per cambiare stile di vita!

Un'alimentazione corretta e uno stile di vita equilibrato sono il punto di partenza per mantenersi in buona salute.

Alimentazione

Uso razionale e sicurezza degli integratori

Gli integratori alimentari sono prodotti che si trovano in commercio sotto forma di capsule, compresse, fialoidi e simili

Alimentazione

L'impatto dell'alimentazione sull'apparato gastrointestinale

Anche se siamo magri, belli ed in forma, è importante sempre mantenere una corretta alimentazione, dato che le varie tipologie di alimenti hanno un impatto notevole sull’intestino.

Alimentazione

La Salute si mantiene nella Terza età

Il problema spesso sottostimato della malnutrizione degli anziani e delle patologie ad essa associate è piuttosto rilevante

Alimentazione

La Salute si consolida nell'età adulta

La maggior parte delle persone sviluppa insulino-resistenza a causa di una vita caratterizzata dall'accumulo di scelte sbagliate

Alimentazione

Intolleranze alimentari

Molto più comuni delle allergie, non ci sono statistiche precise riguardo la percentuale del numero delle persone che ne vengono colpite.

Alimentazione

L'infiammazione: primo nemico di sovrappeso e patologie cardiovascolari

L'eccesso di grasso corporeo accumulato, fa sì che si instauri un processo di infiammazione cronica e silente

Alimentazione

Gli Omega3 presenti nel nostro organismo

I più studiati sono l’acido eicosapentaenoico (EPA) e l’acido docosaesaenoico (DHA)

Alimentazione

L’ipertensione è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari

E' caratterizzata da un aumento stabile della pressione arteriosa nella circolazione sistemica oltre un valore soglia.

Alimentazione

I danni a carico del sistema cardiovascolare

L’ischemia prolungata nel tempo può causare la morte di una parte dell’organo (infarto).

Alimentazione

Il ruolo dello stress

Cosa rappresenta il cibo per noi?

Alimentazione

L'impatto di un eccesso di alimentazione

Le stime ci dicono che in Italia, il 25-30% della popolazione presenta un certo grado di insulino resistenza.

Alimentazione

Come quantificare e monitorare il proprio peso

La premessa da fare è che noi siamo abituati a misurare il nostro peso, ma questo è sufficiente?

Alimentazione

La Salute si costruisce nell'infanzia

La Salute si costruisce nell'infanzia

Alimentazione


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE