registrati farmacie promozioni consigli prodotti servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Che cos'è il diabete?

È una malattia cronica caratterizzata dall’aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Questa condizione può essere dovuta ad una ridotta produzione di insulina oppure dalla ridotta capacità dell’organismo di utilizzare l’insulina. L’insulina è l’ormone che consente al glucosio di entrare nelle cellule dei muscoli e degli organi ed essere utilizzato come “carburante” per produrre energia. Esistono diversi tipi di diabete:

  • Diabete tipo 1: riduzione progressiva, o interruzione totale, della produzione di insulina, incompatibile con le necessità metaboliche dell’organismo.

  • Diabete tipo 2: definito anche diabete alimentare in cui si ha o una insensibilità periferica all’azione dell’insulina (condizione tipica dell’obeso) o una sua ridotta produzione, che può portare ad un diabete di tipo 1.

  • Diabete gestazionale: è la forma di diabete che compare temporaneamente durante la Livelli di glucosio costantemente elevati nel sangue, possono favorire nel tempo la comparsa delle così dette complicanze croniche della malattia che hanno un forte impatto sulla qualità della vita del paziente diabetico.

I VALORI GLICEMICI


La concentrazione di glucosio nel sangue si misura con la glicemia. A digiuno, i valori glicemici possono variare dai 70 ai 110 mg/dl; tra 110 e 125 mg/dl si tratta di condizione di alterata glicemia a digiuno, una condizione che dovrebbe invitare il paziente a porre maggior attenzione al suo stile di vita e in particolare alla sua alimentazione. Valori di glicemia uguali o superiori a 126 mg/dl, secondo l’American Diabetes Association sono da considerarsi probabili sintomi di diabete. La diagnosi di Diabete è certa con un valore di glicemia di 200 mg/dl, rilevato in qualunque momento della giornata o due ore dopo un carico di glucosio.

COMPLICANZE DEL DIABETE


Le complicanze croniche del diabete più diffuse e gravi sono quelle vascolari ed oculari. Sono più frequenti nel diabete di tipo 2 rispetto a quello di tipo 1 e si manifestano solitamente dopo 10-15 anni dalla comparsa della malattia. Gli organi bersaglio sono l’occhio, il rene, il cuore, i vasi sanguigni e i nervi periferici. Il diabetico è anche predisposto a disturbi gengivali (placca, gengiviti, sanguinamenti), dovuti ad una maggiore tendenza alla formazione della placca batterica con conseguente rischio di sviluppare la parodontite, annoverata fra le cosiddette “complicanze minori”.

PREVENIRE LE COMPLICANZE


Le complicanze croniche del diabete possono essere prevenute o se ne può rallentare la progressione attraverso uno stretto controllo di tutti i fattori di rischio correlati. Eliminare le condizione di sovrappeso e obesità. Il controllo glicemico. Sono stati effettuati importanti studi clinici che hanno evidenziato l’importanza di un buon controllo metabolico per prevenire l’insorgenza di complicanze.

LA PRESSIONE SANGUIGNA


Nei diabetici c’è un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, quindi il controllo della pressione sanguigna è particolarmente importante, in quanto livelli elevati di pressione rappresentano già un fattore di rischio. Il controllo della pressione sanguigna può prevenire l’insorgenza di patologie cardiovascolari (malattie cardiache e ictus) e di patologie a carico del microcircolo (occhi, reni e sistema nervoso). Il controllo dei lipidi nel sangue. Anche le dislipidemie rappresentando un aggiuntivo fattore di rischio per le patologie cardiovascolari.

Un adeguato controllo del colesterolo e dei lipidi (HDL, LDL e trigliceridi) può infatti ridurre l’insorgenza di complicanze cardiovascolari, in particolare nei pazienti che hanno già avuto un evento cardiovascolare. L’elevata frequenza di complicanze vascolari impone uno stretto monitoraggio degli organi bersaglio (occhi, reni e arti inferiori). Per questo, è necessario che le persone con diabete si sottopongano a periodiche visite di controllo, anche in assenza di sintomi. La parodontite. Oltre ad essere una conseguenza dell’iperglicemia ne rappresenta anche una causa per lo stato infiammatorio cronico da cui è caratterizzata. Pertanto il consiglio è quello di attuare una scrupolosa igiene dentale quotidiana con dispositivi specifici, atti a prevenire la formazione della placca ed effettuare delle visite periodiche di controllo dal dentista.

IL DIABETE SI PUÒ CURARE MA NON GUARISCE


La terapia della malattia diabetica accanto ai farmaci, insulina e ipoglice-cardine l’attuazione di uno stile di vita sano, quindi abitudini alimentari sane, l’attività fisica e l’astensione dal fumo. La dieta del soggetto con diabete (definita negli USA: Medical Nutrition Theraphy, cioè terapia medica nutrizionale) ha l’obiettivo di ridurre il rischio di complicanze del diabete e di malattie cardiovascolari attraverso il mantenimento di valori di glucosio, dei lipidi plasmatici e dei livelli della pressione arteriosa il più possibile vicini alla normalità.

Un’attività fisica di tipo aerobico e di grado moderato per almeno 150 minuti a settimana oppure di tipo più intenso per 90 minuti a settimana è raccomandata per migliorare il controllo glicemico e mantenere il peso corporeo. I diabetici tipo 1 hanno necessità di regolare in maniera più stretta la terapia insulinica all’apporto dietetico e all’attività fisica, mentre per i diabetici tipo 2, che in genere sono anche sovrappeso o francamente obesi, assume maggior importanza un adeguato stile di vita che comprenda riduzione dell’apporto calorico, soprattutto dai grassi, e aumento dell’attività fisica per migliorare glicemia, dislipidemia e livelli della pressione arteriosa.

IL DIABETE SI PUÒ PREVENIRE


Accanto ai farmaci per curare il diabete esistono due “FARMACI” che si sono mostrati efficaci per ritardare o evitare di diventare diabetici: esercizio fisico e alimentazione sana e moderata. Parlare di ‘farmaco’ non è un modo di dire; il ruolo dell’esercizio fisico, di una modesta riduzione nelle calorie e della scelta di cibi più sani è stato valutato da studi scientifici identici a quelli che si usano per testare la validità e l’efficacia dei farmaci.

L’educazione alimentare e sportiva rappresentano un intervento sulla salute a tutti gli effetti, chiedi consiglio al tuo farmacista!

Condividi


Ti può interessare anche...

Il diabete si cura ma non si guarisce

Terapia della malattia diabetica.

Diabete

Diabete: I valori glicemici e l'autocontrollo glicemico

L'autocontrollo glicemico è di fondamentale importanza.

Diabete


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE