registrati farmacie promozioni consigli servizi carta fedeltà contatti chi siamo

L'Herpes

Lo sai che...

L'Herpes simplex è un'infezione virale che interessa cute e/o mucose. Il genere umano è l'unico ospite del virus, pertanto rappresenta l'unica fonte di contagio: il virus dell'Herpes simplex si trasmette quasi esclusivamente per via diretta, attraverso micro-goccioline di saliva. L'herpes simplex, in genere, esordisce con piccole vesciche tipicamente tondeggianti, simili a grappoli, localizzate su cute o mucose dell'area del viso, responsabili di bruciore, fastidio, prurito e rossore localizzato. Il virus viene contratto senza rendersene conto e rimane silente nell'organismo. Si manifesta con eruzione cutanea a livello delle labbra, della mucosa orale e/o in alcune aree del viso quando diversi fattori scatenanti lo attivano:

  • Esposizione al sole
  • Freddo
  • Mestruazioni
  • Febbre
  • Raffreddore o influenza
  • Stanchezza
  • Difese immunitarie basse

Lo sai che...

Un’eruzione di herpes labiale dura dai 7 ai 12 giorni e può essere suddivisa in cinque fasi diverse.

1. Fase iniziale: Formicolio o prurito: compaiono i primi sintomi, di solito una sensazione di formicolio, prurito o bruciore nell’area attorno alla bocca o al naso.

2. Fase vescicolare: Primo segno visibile, formazione di piccole vescicole: dopo appena qualche ora, o al massimo qualche giorno, la zona si arrossa e nascono delle piccole vesciche “a grappolo” piene di liquido. La sensazione di pulsazione, comune in questa fase, è spesso dolorosa.

3. Fase lesionale: Le vesciche si gonfiano e si rompono, lasciando un’ulcerazione superficiale rossastra. Si tratta della fase più dolorosa e contagiosa ed è quella più imbarazzante per chi soffre di herpes.

4. Fase crostosa: Si forma una crosta secca, di color marrone. Se la crosta si rompe può provocare prurito, bruciore e perdite di sangue.

5. Fase cicatriziale: La crosta cade e l’herpes labiale scompare del tutto.

L’igiene è fondamentale durante l’herpes labiale sia per agevolare la guarigione sia per evitare i contagi. Quindi: non toccare e non condividere!

  • Non toccare l’eruzione (se ti capita di toccarla, lavati immediatamente le mani)
  • Non toccarti o strofinarti gli occhi durante un’eruzione
  • Non condividere posate, bicchieri, burro-cacao, rossetto per le labbra, spazzolino da denti o asciugamani con altre persone. Evita il contatto con il partner

Lo sai che...

È doveroso precisare che non esiste alcun farmaco in grado di eradicare definitivamente il virus dell'Herpes simplex, nonostante varie sostanze farmacologiche siano attive contro questi virus. La miglior terapia è mantenere efficiente il sistema immunitario grazie ad uno stile di vita basato su un’alimentazione sana e un’attività sportiva commisurata alle proprie capacità.

Il trattamento dell'Herpes simplex dev'essere tempestivo, per evitare il peggioramento della fase iniziale. Oltre ai classici farmaci in crema antivirali per uso locale, che vanno applicati 5 volte al giorno per 4 giorni, esistono anche degli specifici cerottini che garantiscono un livello corretto di umidità alla ferita, in modo tale che si crei l’ambiente adatto per accelerare la guarigione. Il cerottino nasconde l’herpes labialis sin dal momento dell’applicazione, rendendolo quasi invisibile e riducendo l’imbarazzo a relazionarsi con gli altri. È possibile, inoltre, applicare sul cerotto l’abituale rossetto o gloss, diminuendo ulteriormente la visibilità dell’eruzione. Contribuisce a ridurre formicolio, prurito, bruciore, rossore e gonfiore donando un rapido sollievo. Riduce anche la formazione di vescicole e aiuta a prevenire la formazione delle crosticine e delle cicatrici. Il cerotto forma una barriera igienica e protettiva intorno all'eruzione, che aiuta a ridurre il rischio di auto-contaminazione impedendo il contatto diretto con la ferita. Respinge lo sporco, l’acqua e i batteri.

Condividi


Ti può interessare anche...

Un'accurata fotoprotezione: il solare è ideale se lo usi sempre

Oltre ai filtri stabili ad ampio spettro, altri aspetti appaiono altrettanto rilevanti per un’accurata fotoprotezione.

Proteggi la tua pelle

Invecchiamento cutaneo e carcinogenesi

Invecchiamento cutaneo e carcinogenesi sono due facce della stessa moneta.

Proteggi la tua pelle

Le Vesciche

Sono lesioni causate da eccessiva pressione o sfregamenti che si verificano in una sede cutanea costantemente sottoposta a traumatismi.

Proteggi la tua pelle

Le punture di insetti

Gli insetti pungono per motivi diversi e ciò varia in base alla natura dell’insetto.

Proteggi la tua pelle

Le labbra in estate

Le labbra, per via della loro struttura sottile, sono una delle zone del viso più delicate, fragili, sensibili e indifese.

Proteggi la tua pelle

Le Scottature e gli Eritemi

Si manifestano alcune ore dopo una prolungata esposizione ai raggi solari senza la dovuta protezione e possono alterare il benessere cutaneo.

Proteggi la tua pelle

Le Ustioni

Basta un attimo di distrazione, un gesto maldestro e subito il problema diventa “scottante”.

Proteggi la tua pelle

La pelle in estate

È importante conoscere la funzione della pelle per comprendere come prendersene cura!

Proteggi la tua pelle

Chi ha bisogno di un solare? Tutti!

Il rapporto dell’uomo con l’esposizione al sole ha subito profondi mutamenti nel corso del tempo, in linea con i cambiamenti socio-economici e scientifici avvenuti nella storia.

Proteggi la tua pelle

I tempi del solare

L’effetto del solare ha una durata limitata, è importante riapplicarlo ogni 2 ore, così come dopo docce, nuoto e sudorazione.

Proteggi la tua pelle

Il solare ideale è sicuro

Una caratteristica essenziale per l’efficacia protettiva di un solare è la permanenza dei principi attivi sulla cute dopo evaporazione degli eccipienti contenuti insieme ai filtri.

Proteggi la tua pelle

Le Verruche

L'estate è la stagione che mette maggiormente a rischio la salute dei nostri piedi: il caldo e l'umidità infatti giocano a favore delle verruche.

Proteggi la tua pelle


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE