registrati farmacie promozioni consigli servizi carta fedeltà contatti chi siamo

L’ipertensione arteriosa

Lo sai che… 

L’ipertensione è un importante fattore di rischio per malattie cardiovascolari, caratterizzata da un aumento stabile della pressione arteriosa oltre un valore soglia. Si sviluppa quando le pareti delle arterie di grosso calibro perdono la loro elasticità naturale, diventano rigide e i vasi sanguigni più piccoli si restringono.

L’ipertensione affatica il cuore, può aumentarne le dimensioni, renderlo meno efficiente e favorire l’aterosclerosi, per questo le persone che hanno la pressione alta corrono un rischio maggiore di infarto o ictus. Può inoltre causare insufficienza renale e problemi visivi. In Italia l’ipertensione colpisce il 40-50% della popolazione generale adulta, ossia 14 milioni di persone; viene classificata in “essenziale” (senza causa conosciuta) e “secondaria” (causa conosciuta). L’ipertensione da camice bianco invece, meglio definita come ipertensione clinica isolata, è quella pressione elevata riscontrata ambulatorialmente mentre i valori pressori nella giornata o nell’arco delle 24 ore o a domicilio sono perfettamente normali.

L’ipertensione (pressione arteriosa superiore a 140/90 mmHg) solitamente non dà sintomi, per tale motivo, l’unico modo per sapere se si è ipertesi è misurare la pressione. Può essere misurata dal medico curante, in farmacia o a casa, grazie ai misuratori di pressione per uso domiciliare. Le linee guida forniscono i seguenti riferimenti come valori pressori soglia: 140-90 mmHg per misurazioni ambulatoriali e 135/85 mmHg per misurazioni domiciliari. L’automisurazione domiciliare della pressione fornisce una misurazione attendibile perché è ottenuta durante le attività quotidiane.  Una sola misurazione è insufficiente, non consente al medico di fare la diagnosi; pertanto le Linee Guida Europee suggeriscono modalità di automisurazione ben standardizzate con periodi di monitoraggio non inferiori alla settimana. Consigliano inoltre di:

  • Utilizzare sempre misuratori clinicamente validati ed accurati; preferire i misuratori elettronici automatici da braccio.
  • Rilevare 2-3 misurazioni al mattino (preferibilmente tra le 6 e le 9, prima dell’eventuale assunzione della terapia) e 2-3 alla sera (preferibilmente tra le 18 e le 21).
  • Misurare tutti i giorni o per non meno di 4 giorni alla settimana per almeno 1 settimana (con un numero minimo di misurazioni pari a 24) nella fase diagnostica o di valutazione della terapia.
  • Eseguire un giorno di monitoraggio alla settimana quando i valori in seguito all’assunzione della terapia tornano a valori regolari.
  • Effettuare il monitoraggio comunque nella settimana precedente la visita.

Lo sai che… 

Un cuore sano batte dalle 60 alle 80 volte al minuto. Se si ha una frequenza superiore o inferiore a quella normale “si dice” che il cuore ha le aritmie. Ascolta ogni suo battito con strumenti per la misurazione domiciliare della pressione in grado di rilevare in un’unica misurazione, oltre alla pressione arteriosa, le irregolarità del normale ritmo cardiaco, le aritmie, grazie alla possibilità di identificarne due in modo specifico:

  • La fibrillazione atriale, una forma di irregolarità cardiaca molto frequente: una aritmia, specifica, strettamente legata al rischio cardiovascolare se si presenta in modo prolungato, recidivo o cronico. Si verifica quando gli atri non si contraggono correttamente e pompano il sangue nei ventricoli in modo non regolare. 
  • L’extrasistole, nota come “contrazione prematura”, è una irregolarità del cuore che si manifesta con un battito cardiaco anticipato che può alterare il ritmo regolare del cuore. Il suo verificarsi può essere legato una semplice condizione di stress mentale o fisico oppure essere l’anticamera di aritmie più gravi o vere e proprie patologie.

Condividi


Ti può interessare anche...

La salute ad ogni età

Ogni età della vita ha delle necessità nutrizionali specifiche. Scopri quali.

Alimentazione

L'importanza del profilo lipidico

E' un insieme di analisi del sangue utili a rilevare la concentrazione di particolari grassi o lipidi fondamentali per il sistema cardiovascolare.

Alimentazione

Proteggi il sistema cardiovascolare

L’ipertensione solitamente non dà sintomi, per tale motivo, l’unico modo per sapere se si è ipertesi è misurare la pressione.

Alimentazione

Sovrappeso e obesità

Quando il peso diventa un problema di salute.

Alimentazione

Come quantificare e monitorare il proprio peso

Tutti siamo abituati a misurare il nostro peso, ma questo è sufficiente?

Alimentazione

Ipernutrizione e iponutrizione

Malnutrizione significa mangiare poco o mangiare troppo o mangiare male.

Alimentazione

Il Ciclo del Capello

E’ normale perdere tutti i giorni un certo numero di capelli quando si tratta di un numero limitato e programmato.

Capelli

Le cause di una caduta eccessiva dei capelli

Oltre alla fisiologica caduta stagionale, esistono condizioni patologiche che determinano una perdita di capelli eccessiva.

Capelli

Trattamenti anticaduta

L’obiettivo principale di questi trattamenti è quello di promuovere la durata della fase anagen.

Capelli

Gli integratori per capelli

Lo stato di salute generale, l’alimentazione e l’ambiente in cui viviamo condizionano notevolmente l’attività delle cellule del bulbo pilifero.

Capelli

Diabete

Spesso il diabete è associato anche ad altri fattori di rischio cardiovascolare come ipertensione, dislipidemie, sovrappeso/obesità viscerale.

Consigli

L'igiene e la cura del nasino durante il raffreddore

Durante il periodo invernale il raffreddore non risparmia nessuno, ed i bambini piccoli, a causa del loro sistema immunitario in via di sviluppo, sono spesso soggetti a contrarlo.

Consigli

Cura dei sintomi da gastrite e reflusso gastro-esofageo

Alcuni piccoli accorgimenti che si possono adottare per alleviare i fastidi di questa patologia.

Alimentazione

Malattie respiratorie croniche

La prevenzione è l'unico modo per assicurare una diagnosi precoce e avere assistenza sanitaria mirata.

Benessere

Il bruciore di stomaco in gravidanza

Un malessere diffuso di cui soffre il 40% delle donne in gravidanza.

Benessere

Stop cistite!

La cistite è un’infiammazione della vescica urinaria, un organo cavo, che mette in comunicazione i reni con l’esterno del corpo e ne raccoglie l’urina prodotta in attesa di eliminarla

Benessere

Bruciore di stomaco e cattiva digestione

Due condizioni strettamente connesse, entrambe correlate alla secrezione dei succhi gastrici.

Alimentazione

Contrastare dolori muscolari e articolari

Sensazione spiacevole il dolore, anche se talvolta è difficile da alleviare rappresenta un meccanismo di difesa.

Benessere

Il secondo trimestre di gravidanza

Dalla tredicesima settimana in poi si inizia a vedere il corpo che cambia.

Consigli

L'importanza dell'allattamento naturale

L’allattamento al seno è una fase molto importante della vita del bambino e della mamma.

Consigli


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE