registrati farmacie promozioni consigli servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Prevenzione dei disturbi intestinali

Lo sai che…

I ritmi frenetici della vita quotidiana hanno fatto un po’ perdere l’abitudine di sedersi a tavola il tempo necessario per godere un pasto bilanciato in tutte le sue componenti, preferendo sempre di più i cibi “mordi e fuggi”, spesso impoveriti della giusta capacità nutritiva e in molti casi concentrando sulla cena il pasto principale. Queste abitudini sottopongono il sistema gastrointestinale ad un carico eccessivo determinando la comparsa di disturbi. Anche l’ansia e lo stress quotidiano possono avere una ripercussione sullo stato di salute fisica e il sistema gastrointestinale non ne è esente. In ogni caso è importante fare un’accurata valutazione del proprio stile di vita per imparare ad occuparsi del benessere delle proprie emozioni e della propria alimentazione. È importante scaricare la tensione ad esempio attraverso l’attività fisica, limitare i cibi grassi preferendo pasti semplici e leggeri.

Lo sai che…

La flora batterica è costituita da microrganismi vivi, batteri e lieviti naturalmente presenti nel nostro intestino, i quali nel loro insieme formano il microbiota intestinale o flora intestinale. Proprio per le sue funzioni così importanti per la nostra vita e per la nostra salute, il microbiota intestinale è oggi considerato come un vero e proprio “organo” che svolge le seguenti funzioni.

I batteri che normalmente formano il microbiota intestinale sono i Lactobacilli, gli Streptococchi e i Bifidobatteri, poi ci sono i lieviti come Saccaromiceti, Aspergilli e tanti altri. In condizioni normali questi batteri vivono in simbiosi con il nostro organismo: noi gli forniamo i nutrienti introdotti con il cibo e il microbiota ci aiuta a rimanere in salute producendo per esempio vitamine, migliorando l’assorbimento di sali minerali, grassi e rinforzando il sistema immunitario. Ogni persona ha il suo microbiota e la composizione è influenzata da vari fattori. Se la composizione del microbiota cambia e viene alterata si parla di disbiosi intestinale che porta alla comparsa dei seguenti sintomi: diarrea, stipsi, gonfiore e dolore addominale, difficoltà di digestione che possono condizionare anche la qualità del sonno. I fattori più comuni che possono determinare alterazione della flora batterica intestinale sono: la sedentarietà, lo stress, le abitudini alimentari scorrette e le cure antibiotiche. 

Oltre a fare una dieta sana equilibrata e a mantenere uno stile di vita sano si possono utilizzare prodotti che contengono probiotici per l’equilibrio della flora intestinale.

In generale, prima di assumere un probiotico, è sempre bene sentire il parere del proprio medico o del farmacista di fiducia. In farmacia si possono trovare centinaia di formulazioni e possono essere venduti come farmaci da banco, integratori o dispositivi medici. Orientarsi non è sempre semplice: per questo il consiglio di un esperto è sempre auspicabile.

Lo sai che…

Per avere gli effetti desiderati i probiotici devono avere delle caratteristiche ben precise:

Devono essere organismi vivi e vitali perché solo con queste caratteristiche i microrganismi possono avere un impatto duraturo sull’organismo essendo in grado di colonizzare l’intestino e quindi di permanervi a lungo, esercitando i loro effetti benefici per la salute. Solo i probiotici contenenti ceppi batterici capaci di resistere alle condizioni del tratto digerente possono essere utilizzati per il consumo umano. L’ambiente acido dello stomaco e i sali biliari prodotti nel fegato e riversati nell’intestino rendono l’ambiente gastrointestinale un po’ ostile alla crescita dei microbi. I probiotici devono essere capaci di sopravvivere all’ambiente acido dello stomaco e dell’intestino in modo tale che possano arrivare indenni fino all’intestino per colonizzarlo. Inoltre, i probiotici devono essere anche in grado di colonizzare l’intestino e di aderirvi stabilmente. Solo in questo modo possono esplicare le loro proprietà benefiche, bloccando l’adesione sulla parete intestinale di batteri patogeni e inibendo così la loro crescita, favorendo al contempo lo sviluppo di una risposta immunitaria. Solo i prodotti probiotici con una forte attività a livello intestinale devono essere considerati e utilizzati per la salute umana. Ai fini della scelta del ceppo probiotico ottimale da utilizzare deve essere prestata molta attenzione a quei microrganismi per i quali sia stata dimostrata clinicamente la loro efficacia terapeutica.

Condividi


Ti può interessare anche...

Apparato gastro-intestinale e durata della digestione

Scopri la sua anatomia e come funziona.

Intestino

Disturbi digestivi

Esistono numerosi disturbi digestivi, con sintomi che variano ampiamente in termini di qualità e intensità a seconda del problema.

Intestino

Bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo

Per contrastare il bruciore, è importantissimo fare molta attenzione alle abitudini imparando a conoscere quelle che possono acutizzare questo disturbo.

Intestino

Stipsi

E' un problema comune a tutte le età, scopri come contrastarla.

Intestino

Diarrea

La diarrea non è una vera e propria malattia, ma un sintomo aspecifico, comune a numerose malattie, per lo più gastrointestinali.

Intestino

Sindrome dell’intestino irritabile

E' una condizione che si manifesta con intensità diversa attraverso molteplici sintomi, variabili da persona a persona.

Intestino

L'importanza dei probiotici nei bambini

In ambito pediatrico i probiotici hanno dimostrato di essere molto utili sui disturbi intestinali dei più piccoli.

Intestino

La celiachia

E' una malattia infiammatoria permanente dell’intestino scatenata dal consumo di alimenti contenenti glutine in soggetti geneticamente predisposti.

Intestino

Quando l'intestino è sottosopra

La diarrea è un disturbo intestinale molto comune nei mesi estivi. Scopri come evitarla!

Intestino


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE