registrati farmacie promozioni consigli servizi carta fedeltà contatti chi siamo

Apparato gastro-intestinale e durata della digestione

Lo sai che…

Possiamo immaginare l’apparato gastrointestinale come un lungo tubo, suddiviso in parti che eseguono funzioni diverse, che comunica con l’esterno nella parte superiore con la bocca e nella parte terminale con l’ano. Nell’ordine sono disposti:

  • Bocca
  • Esofago
  • Stomaco
  • Intestino
  • Ano

Il cibo introdotto nella bocca transita lungo il tratto gastrointestinale fino all’ano; i differenti tratti hanno la funzione di “trasformare” e assorbire i vari componenti degli alimenti assunti che sono in grado di agire come donatori d’energia solo dopo essere stati demoliti in molecole più piccole. Assunzione di cibo, masticazione e digestione sono le tappe preliminari di queste trasformazioni; esse portano alla disponibilità di sostanze più semplici che, insieme all’acqua e ai sali, possono essere assorbiti dall’organismo a livello intestinale. Con l’assorbimento, una serie di composti viene immessa nella circolazione sanguigna e si rende così utilizzabile per tutte le cellule come fonte di energia, per la crescita e per la riparazione cellulare.

L’apparato digerente, inoltre, svolge anche funzioni di escrezione di prodotti di rifiuto che, se accumulati nell’organismo, risulterebbero tossici. Lo stomaco e l’intestino per fare tutto ciò necessitano del supporto anche del fegato, del pancreas e della colecisti, che completano la funzione digestiva. Un ruolo importante è svolto dalla flora batterica intestinale (microbiota) che è un vero esercito formato da miliardi di microorganismi (batteri, miceti e virus) che cooperano tra loro per il nostro benessere. La carica batterica aumenta e muta progressivamente scendendo dallo stomaco verso l’intestino e rappresenta un’indispensabile barriera protettiva del nostro organismo. La sua azione è strettamente collegata al nostro benessere generale per cui è importante proteggerla da alterazioni affinché possa svolgere in armonia le funzioni a cui è deputata:

  • Favorire l’assorbimento di nutrienti e minerali (calcio, magnesio, ferro)
  • Fungere da barriera contro agenti patogeni
  • Mantenere la normale funzione intestinale
  • Favorire le diverse funzioni del metabolismo
  • Cooperare con il sistema immunitario

Lo sai che…

La durata della digestione degli alimenti varia in modo significativo da persona a persona, per:

  • caratteristiche fisiologiche individuali (acidità gastrica, produzione di enzimi digestivi, motilità intestinale…)
  • abitudini personali (tempo di masticazione, composizione dei pasti, assunzione di farmaci…).

Il consumo di porzioni alimentari più abbondanti richiede tempi digestivi più lunghi che sono proporzionali anche alla quantità di grassi e proteine consumati durante il pasto, mentre il fattore che contribuisce ad aumentare la velocità di digestione è un’accurata masticazione.

Una misura orientativa dei tempi di digestione dello stomaco è:

  • Per spuntini e pasti leggeri: 2-3 ore
  • Per pasti normali: 3-4 ore
  • per pasti abbondanti e/o molto ricchi di grassi: anche 5-6 ore

L’eliminazione delle fibre indigeribili e delle scorie residue ha inizio circa dopo 24 ore dal consumo del pasto e può protrarsi anche per diversi giorni.

Condividi


Ti può interessare anche...

Disturbi digestivi

Esistono numerosi disturbi digestivi, con sintomi che variano ampiamente in termini di qualità e intensità a seconda del problema.

Intestino

Bruciore di stomaco e reflusso gastroesofageo

Per contrastare il bruciore, è importantissimo fare molta attenzione alle abitudini imparando a conoscere quelle che possono acutizzare questo disturbo.

Intestino

Stipsi

E' un problema comune a tutte le età, scopri come contrastarla.

Intestino

Diarrea

La diarrea non è una vera e propria malattia, ma un sintomo aspecifico, comune a numerose malattie, per lo più gastrointestinali.

Intestino

Sindrome dell’intestino irritabile

E' una condizione che si manifesta con intensità diversa attraverso molteplici sintomi, variabili da persona a persona.

Intestino

Prevenzione dei disturbi intestinali

I ritmi frenetici della vita quotidiana portano spesso ad abitudini alimentari che sottopongono il sistema gastrointestinale ad un carico eccessivo determinando la comparsa di disturbi.

Intestino

L'importanza dei probiotici nei bambini

In ambito pediatrico i probiotici hanno dimostrato di essere molto utili sui disturbi intestinali dei più piccoli.

Intestino

La celiachia

E' una malattia infiammatoria permanente dell’intestino scatenata dal consumo di alimenti contenenti glutine in soggetti geneticamente predisposti.

Intestino

Quando l'intestino è sottosopra

La diarrea è un disturbo intestinale molto comune nei mesi estivi. Scopri come evitarla!

Intestino


Cerca la tua Farmacia +bene!


OPPURE